Maria ha 40 anni, ha due figli, Kathy e Sophie, di 8 e 5 anni. Lavora a tempo pieno come segretaria in uno studio legale. Recentemente sua mamma, Helen, 78 anni, ha ricevuto diagnosi di iniziale demenza di Alzheimer. Helen è sempre stata indipendente e non ha mai voluto troppe persone intorno a lei. Vive sola vicino a Maria.

Prima della diagnosi, Maria faceva visita alla mamma 3-4 volte a settimana, ma adesso la situazione è cambiata ed è necessario che vada da lei ogni giorno. Helen rifiuta la possibilità di assumere una badante. E’ impaurita che possano derubarla. Maria ha recentemente spiegato al suo datore di lavoro la situazione e ha chiesto una riduzione dei giorni  e dell’orario di lavoro. 

Maria è preoccupata. Deve prendersi cura anche delle sue due figlie, hanno un’età in cui hanno estremamente bisogno di lei. Anche il marito di Maria ha richiesto una diminuzione dell’orario di lavoro affinchè a Kathy e Sophie non manchi nulla. 

Due giorni fa Maria ha cominciato a cercare su internet maggiori informazioni circa la Malattia di Alzheimer ed è stata felice di trovare un Numero Verde dedicato ai Caregiver di persone con demenza.

 

Il caso di Maria è un esempio di Sandwich Caring. Un Sandwich Caregiver è un Caregiver che deve occuparsi della cura dei propri figli e della propria famiglia, e di un proprio caro che non riesce più a provvedere a se stesso. Queste responsabilità si affiancano spesso ad una realtà lavorativa da salvaguardare.

Come sottolinea una ricerca di Carers UK, gli individui della generazione Sandwich si ritrovano, sia dal punto di vista emotivo che finanziario, schiacciati tra la responsabilità della crescita dei figli e le esigenze di cura dei propri cari anziani.

La ricerca mostra che 4 Sandwich Caregiver su 10 (il 42%) si trovano di fronte alle difficoltà di gestione delle cure dei loro cari, dell’economia domestica e delle relazioni.

3/4 dei Sandwich Caregiver della ricerca avevano avuto una diminuzione delle entrate e il 95% di loro riferiva che la pressione della loro condizione influiva negativamente sulla propria attività lavorativa. Più della metà (52%) dichiarava che i costi sostenuti per l’assistenza al proprio caro anziano avevano ridotto le finanze della famiglia – anche più dei costi relativi alla cura dei bambini (50%).

La pressione della duplice responsabilità verso i giovani e gli anziani sta mettendo in grande difficoltà la vita familiare, con 2/3 dei Sandwich Caregiver che riferiscono problemi coniugali e relazionali.

Nel Regno Unito sono stati stimati 2.4 milioni di Caregiver – 1/5 della fascia compresa tra i 45 e i 60 anni supportano attivamente i propri genitori con i figli ancora in casa. Per affrontare questa nuova sfida, Carers UK sta richiedendo servizi di assistenza e posti di lavoro che si adattino quanto prima alle nuove forme di famiglia.

Heléna Herklots, amministratore delegato di Carers UK dice: “L’invecchiamento della popolazione implica che prendersi cura di un proprio caro anziano o di un proprio caro disabile diventi inevitabile per tutte le nostre famiglie. I servizi di assistenza e i posti di lavoro devono fare i conti con questa nuova realtà familiare. Attualmente, le famiglie troppo spesso non possono accedere al supporto di cui avrebbero bisogno e continuano a vivere schiacciate tra la cura dei figli, l’assistenza ai loro cari anziani e il lavoro – con una pressione costante da ognuno di questi, dalle questioni finanziarie e dalla compromissione delle loro relazioni.”

Poco più della metà dei Caregiver intervistati (54%) si destreggiavano tra il lavoro e la cura dei propri cari anziani e dei figli, ma un terzo aveva lasciato il lavoro per far fronte a queste richieste extra-lavorative. Nelle donne si è osservata una probabilità 4 volte più alta di lasciare il proprio lavoro per dedicarsi alle cure della famiglia.

Di quelli che continuano a lavorare, uno su 5 (22%) trovava il proprio lavoro faticoso per lo stress, la stanchezza e il peso orario. Uno su otto (13%) aveva ridotto il proprio orario e il 7% aveva scelto di assumere una posizione lavorativa meno qualificata.

Carers UK sta chiedendo un’urgente riforma sui finanziamenti ai servizi di assistenza, misure che stimolino una nuova generazione di servizi, un effettivo uso di tecnologie per aiutare le famiglie a riuscire a conciliare il lavoro con le responsabilità di cura e un’offerta di consigli e informazioni che assicurino alle famiglie la possibilità di accesso ai servizi.

Note:

Sandwich Caring Survey è uno sondaggio condotto da Carer UK nell’Ottobre 2012. Ha coinvolto 1.009 persone che si occupano della cura di un anziano o un adulto disabile e, allo stesso tempo, di un giovane sono i 18.

Ci sono oltre 6.4 milioni di Caregiver nel Regno Unito oggi. Ogni anno oltre 2 milioni di persone diventa Caregiver e le stime dicono che nel 2037 saranno 9 milioni solo in questo paese.

Carers UK supporta i milioni di persone che si prendono cura di un proprio caro anziano, una persona vicina malata o un membro della famiglia disabile. Provvede a fornire informazioni e consigli sulla loro cura e assistenza e promuove campagne a favore di una migliore qualità di vita dei Caregiver.

Carers UK sta lanciando anche una nuova versione di Looking after someone (Avere cura di qualcuno) – una guida comprensiva per i Caregiver. La guida è disponibile qui. Employers for Carers (Datori di Lavoro per Caregiver) è un servizio innovativo per datori di lavoro, che ha il proposito di supportare un Caregiver su sette nel proprio posto di lavoro. Lanciato nel 2009, ci sono oggi 60 membri che rappresentano un milione di datori di lavoro. www.employersforcarers.org

Di seguito trovi una serie di link utili:

 

 

 

Contenuti gentilmente offerti da

Carers UK. The Voice of CarersVai al sito...